HOME CATALOGO NOVITÀ IN ARRIVO NEWS ED EVENTI CURIOSITÀ  

News

 

20/05/2018 - Programma 26 maggio 2018 | NapoliCittàLibro

Ore 10, Sala Biblioteca 1 I colori delle emozioni. Presentazione della raccolta di poesia dei ragazzi della II B, Liceo Giuseppe Mazzini di Napoli. Laboratorio di poesia coordinato da Armida Parisi. Ore 10, Sala Biblioteca 2 Il piacere di offrire il Thè. Incontro con la Tea Stylist Antonia Grippa. Viaggio immaginario per gli amanti di questa antica bevanda, con storie, aneddoti e cultura, per approfondire la conoscenza e la scoperta di questo infuso ambrato, e dei riti che ne accompagnano da sempre il consumo. Presenteremo il tè in tutti i suoi colori e si concluderà con una piacevole degustazione guidata da Antonia Grippa, Tea Trader del Tea Corner “Il piacere di offrire il tè” di Napoli. Ore 10, Sala Refettorio Alexandra Rendhell, Eusapia Palladino. La medium star disperazione della scienza, (Apeiron). Intervengono Francesco Palmieri, Angelo Giuseppe Pizza. Un personaggio affascinante, ma controverso, amato, ma anche criticato e vilipeso da coloro che considerarono le sue misteriose capacità esclusivamente frutto di abili frodi e mistificazioni. Uomini di cultura e grandi scienziati di quel tempo, ebbero modo di osservare i suoi eccezionali fenomeni attribuiti da alcuni all’intervento dell’aldilà, da altri ad una capacità della mente di origine ancora sconosciuta. Ore 10, Chiostro Open Angelo Acampora, Ettore Majorana. Caccia alla volpe, (Odoya). Conduce Antonio Ferrara. Presentazione del nuovo libro di Angelo Acampora. Una storia alternativa sulla scomparsa di Majorana scritta alla luce dei documenti recentemente declassificati. Ore 11, Sala del Capitolo Evento spettacolo: Gino Rivieccio. Introduce Anna Maria Fierro. Il grande showman napoletano ci intratterrà con battute e gag, senza risparmiare gli pseudointellettuali e i lettori di libri solo in copertina… Ore 11, Sala Biblioteca 1 Incontro con Jacopo Iacoboni, autore di L’esperimento. Inchiesta sul Movimento 5 Stelle (Laterza). Conduce Mauro Calise. Già a fine anni ‘90 Casaleggio, amministratore di Webegg, iniziò a testare nei forum internet dell’azienda i meccanismi di formazione e produzione del consenso attraverso le reti. Dopo quegli esordi, l’esperimento si sviluppa attorno a un nocciolo: propaganda, propaganda, propaganda. Sociale, pianificata, centralizzata, virale. Testi e scaletta dei Vday (gli eventi che rappresentano l’antecedente del Movimento) sono già coordinati da due dipendenti di Casaleggio. Grillo è l’innesco per passare a un livello superiore: è l’uomo che può coagulare un sentimento di rivolta contro il sistema. Nella sua prima stagione il M5S è di un integralismo militare: rifiuto assoluto di comparire in tv, dimezzamento degli stipendi dei politici e stile di vita francescano, guerra all’euro e scetticismo anti-UE. Promette la democrazia attraverso Internet ed esalta la meritocrazia. Su ognuno di questi punti emergerà lo scollamento tra i propositi iniziali e ciò che il Movimento realmente ha fatto finora. Ore 11, Sala Biblioteca 2 Con Giancarlo. Incontro con Paolo Miggiano, autore di NA K14314 Le strade della Méhari di Giancarlo Siani, (Polidoro). Intervengono Arnaldo Capezzuto, Leandro Del Gaudio, Vincenza Alfano, Alfredo Avella. Quello della Méhari di Giancarlo Siani, cronista napoletano ucciso dalla camorra, è un viaggio particolare. Iniziato, o forse sarebbe meglio dire ripreso, il 23 settembre 2013, proprio ventotto anni dopo quella violenta sera di fine estate. La Méhari è ripartita da lì, dalla strada che avrebbe percorso il 24 settembre 1985: da casa fino a via Chiatamone, presso la sede de Il Mattino, il quotidiano dove Giancarlo, ancora “abusivo”, scriveva da anni e raccontava fatti di camorra e non solo. Ore 11, Sala Refettorio Aldo Capasso, Piazza del Plebiscito e la città, (Clean). Presentazione del volume con dibattito e proiezione Powerpoint di immagini. Ore 11, Chiostro Open Back Home / Imported from Italy. Incontro/reading con Fred L. Gardaphé. Presenta Francesco Durante. In collaborazione con Università Suor Orsola Benincasa. Una conversazione con uno dei più autorevoli critici letterari che hanno accompagnato l’attuale “rinascimento italoamericano”, scrittore e poeta egli stesso. Nel corso dell’incontro, Gardaphé, “distinguished professor of English and Italian American Studies”, leggerà versi di sua composizione e brani da racconti della sua raccolta Imported from Italy, and Other Stories from the Old Neighborhood. Il racconto “Imported from Italy”, in particolare, mette in scena ciò che accade quando un Americano di origine italiana ritorna a casa dopo il suo primo viaggio in Italia, e incomincia a ritrovare l’Italia nel contest degli Stati Uniti d’America. Ore 12, Sala del Capitolo La follia raccontata. Incontro con Anna Marchitelli, autrice di I tredici canti (Neri Pozza). Conduce Enzo d’Errico. Il numero 13 rappresenta la morte, la trasformazione e la rinascita. Ed è ciò che accade, idealmente, ai 13 folli (alcuni dei quali celebri, come il matematico Renato Caccioppoli e il primo pentito di camorra Gennato Abbatemaggio detto ‘o Cucchiariello) che si raccontano nel libro: un ultimo barlume di verità, la propria, lucida e consapevole, per consegnarsi alla storia in tutta la loro autenticità, liberarsi dal limbo in cui ancora vagano e purificarsi per rinascere ancora o morire finalmente in pace. Le 13 autobiografie nascono dalla riscrittura delle cartelle cliniche conservate nell’archivio dell’ex ospedale psichiatrico Leonardo Bianchi di Napoli. Tra i 13 folli c'è l'avvocato Virginio Mogliazza, morto a 33 anni dopo un abuso di vino (prescritto dal medico) e 4 giorni di delirio. Poi c'è Abbatemaggio che, tra i diversi ruoli ricoperti, ha incarnato anche quello di traditore, il tredicesimo appunto. Ultima coincidenza di numeri è la celebre data della legge Basaglia: 13 maggio 1978, giusto quarant’anni fa. Ore 12, Sala Biblioteca 1 Tv private a Napoli. Incontro con Roberto D’Antonio, autore di Il crepuscolo delle antenne. 40 anni di Tv private a Napoli, (Guida). Il mondo della televisione privata a Napoli, ma non solo, dagli anni ottanta fino alla soglia del nuovo millennio, ha fortemente caratterizzato e condizionato la vita sociale e politica. Sotto la spinta della televisione locale sono stati eletti deputati e distrutte carriere politiche, letteralmente inventati personaggi dello spettacolo e modificate abitudini comportamentali. Ore 12, Sala Biblioteca 2 Franco Salerno, La città che urla segreti, (Guida). Misteriose parole risuonano, nel clima surreale di una sera d'estate, nella Cappella Sansevero, dando l'avvio alla conferenza di Elias Norton sul simbolismo dei Mostri. Ad ascoltarle, rapito dal loro fascino, è un antropologo napoletano, Giacomo De Marinis, il quale, come per un'illuminazione, inizia a comprendere il senso dello strano ritrovamento in cui per caso si è imbattuto: un plico contenente le liriche di una poetessa rinascimentale, Isabella Morra, uccisa nel 1546 dai fratelli insieme al suo presunto amante, Diego De Sandoval. Ore 12, Chiostro Open Pino Amendola, Scarpediem, (Teke). L’autore Pino Amendola, regista e noto attore cinematografico e televisivo (Provaci ancora prof) sarà lieto di parlare di scarpe e di intrattenere il pubblico con la lettura di brani dal suo romanzo. Ore 12:10, Sala Refettorio Liceo De Sanctis, Progetto Biblia 2.0. Il progetto, di durata triennale è realizzato in collaborazione con l'Università degli Studi di Salerno. Sono coinvolte la Biblioteca centrale di Ateneo, il Dipartimento di Studi Umanistici e il Centro Servizi di Ateneo. Quest'anno il progetto sviluppa il tema della biografia, dal mondo antico alla contemporaneità. Gli allievi hanno lavorato su alcuni personaggi della cultura irpina, come Vinicio Capossela, che, originari dell'Irpinia, o si sono allontanati per poi tornare o hanno comunque sottolineato nelle loro opere il loro rapporto con il territorio d'origine, come Francesco De Sanctis. Ore 13, Sala del Capitolo Back Home / La Rete dei festival del Sud si presenta. Con la partecipazione dei promotori dei festival letterari delle regioni meridionali. Il più grande festival letterario d’Italia si trova a Sud e nasce dall’alleanza fra 25 manifestazioni promosse in questi anni in sei regioni: Abruzzo, Basilicata, Calabria, Campania, Puglia e Sicilia. È, questa, la nuova Rete dei festival del Sud: un progetto figlio dell’entusiasmo e della passione di persone comuni interessate a valorizzare l’enorme e negletta vivacità culturale dei territori in cui vivono, per promuoverne la crescita con iniziative di alto profilo oltre le asfittiche logiche che, poco attente alla qualità dei progetti da sostenere, tanti guasti hanno prodotto nella gestione burocratica della cultura nelle regioni meridionali. È un’iniziativa rivoluzionaria nella misura in cui si propone come una risorsa viva, diffusa e matura per fare sistema. Si presenta come soggetto promotore di cultura e di un’economia sana e sostenibile capace di attraversare e tenere insieme città grandi e luoghi lontani dagli itinerari più battuti, centri turistici e paesi abbandonati, per collegarli in un dialogo costante volto a diffondere le iniziative e a farle diventare patrimonio civico anche oltre i giorni in cui sono effettivamente programmati i vari festival. Ore 13, Sala Biblioteca 1 Mordere i fatti. Incontro con Nello Trocchia, coautore e curatore di Italia sotto inchiesta (Meltemi). Conduce Eduardo Milone. Una squadra di giornalisti provenienti da alcune delle principali realtà dell’informazione del nostro paese – da “Report” a “Piazzapulita”, da “Presadiretta” a “Nemo”, dal “Corriere della Sera” a “L’Espresso” – racconta in questo volume i casi che hanno segnato l’Italia degli ultimi anni. Passando dagli integralisti di casa nostra, ai ciarlatani della salute, dalle infiltrazioni mafiose a molto altro ancora. Ogni capitolo del libro riapre una pagina di attualità, ricostruita come nella miglior tradizione del giornalismo d’inchiesta. Ore 13, Sala Biblioteca 2 Presentazione di Artetetra Edizioni. Conducono Antimo Cesaro, Giulio Maria Chiodi. Presentazione della casa editrice in occasione della sua prima partecipazione ad un incontro fieristico in Campania. Ore 13, Refettorio Raffaele Messina, Ritrovarsi, (Guida). La storia di Francesco e del suo amore. Il primo, quello che non si scorda. E, sullo sfondo, Napoli nella Seconda guerra mondiale; l'epopea di una città prima illusa, poi piegata e umiliata. Una città straordinaria, che nel dolore trova la forza del riscatto. Ore 13, Chiostro Open Ambrogio Bongiovanni, Satira e religioni, (Il Pozzo di Giacobbe). Intervengono Pino Di Luccio, Giuseppina De Simone. Attraverso diversi approcci e sensibilità religiose e culturali – gli interventi di tre famosi attori come Dario Fo, Moni Ovadia e Gioele Dix – questo libro vuole favorire una riflessione sugli effetti della satira religiosa nelle varie società, sugli aspetti etici e sulla delicata ricerca di un equilibrio tra la libertà di espressione e il rispetto per la fede dell’altro. Ore 14, Sala Biblioteca 1 C. Daniele, A. Raspaolo, Eduardo di Capua. L'amleto della canzone, (Duemme). Conduce Marilena Lucente. Ore 14, Sala Biblioteca 2 Voci della Poesia a Napoli, incontro con Costanzo Ioni, curatore di Poesia a Napoli, (Guida). Intervengono Antonio Pietropaoli, Costanzo Ioni, Ferdinando Tricarico. Presentazione dell'antologia della prima edizione del Concorso Poesia a Napoli dell'editore Guida. Con la prefazione di Antonio Pietropaoli, il volume raccoglie i testi dei finalisti delle due sezioni del Concorso in lingua Italiana ed in Napoletano. Ore 14, Chiostro Open Il fumetto tra tradizione e innovazione: dalla matita alla tavoletta grafica, (Alóς). Workshop a cura di Giacomo Ricci. Il fumetto tra tradizione e innovazione: dalla matita alla tavoletta grafica. Workshop aperto ad adulti e ragazzi dai 14 anni in cui si illustrerà l’evoluzione del fumetto dalle origini al contemporaneo nonché l’influenza, ma anche i limiti, della tecnologia nella creazione di fumetti e graphic novel. Ore 14: 15, Sala Refettorio Istituto Nobel, presentazione antologia "Back Home". Presentazione di una Antologia di racconti sul tema Back Home: storie di viaggio, e presentazione video dedicato al tema del corallo, i viaggi per mare relativi alla pesca dell’oro rosso e focus sull’aspetto commerciale. Ore 15, Sala del Capitolo Voci dal mondo ispanico. AA. VV, Amapolas. Racconti dal mondo ispanico, (Polidoro). Conducono Marco Ottaiano, Augusto Guarino. Amapolas raccoglie venti voci del mondo ispanico che conducono tra luoghi remoti e dimenticati fino a realtà metropolitane ricche di occasioni e spesso ancor più problematiche. Un lungo viaggio attraverso le possibili declinazioni dell’universo omoerotico. Quelli di Amapolas sono amori veri, intensi, passionali, talvolta addirittura violenti, ma che esplorano tutte le sfaccettature e le implicazioni del sentimento che muove il mondo, libero dalle gabbie identitarie e dai confini di genere. Ore 15, Sala Biblioteca 1 Dario Russo, La camorra nel sangue, (Falco). L'autore è un noto penalista di Napoli che riversa tutta la sua esperienza in questo romanzo giudiziario, duro, reale, cinico come spesso il diritto fa apparire il lavoro del penalista. Ore 15, Sala Biblioteca 2 Nero Valentino. Presentazione di Le catene del sangue di Luigi Orsino, (Stamperia del Valentino). Ore 15, Sala Refettorio Vincenzo Montefusco, Racconti rubati, (Guida). Si racconta dei coraggiosi trecento spartani delle Termopili al comando di Leonida; Garibaldi e i mitici Mille; Doc e Waytt, i leggendari pistoleros dell'O.K. Corral; i nativi americani, i fieri indiani relegati nelle riserve delle immense pianure del west, i Sioux Iakota con i fratelli Cheyennes e Arapaho guidati dai leggendari Toro Seduto e Cavallo Pazzo, pronti al riscatto nella battaglia del Little Bighorn. Ore 16, Sala del Capitolo Selvatico, irresistibile. Incontro con Romana Petri, autrice di Il mio cane del Klondike (Neri Pozza). Conduce Antonella Ossorio. Lei è una giovane insegnante precaria, lui uno di quei cani portati a casa per compiacere un bambino dopo il rientro dalle vacanze e poi buttati in strada con un collare che nel frattempo si è fatto un po’ stretto. In un’afosa giornata di settembre, i due si incontrano. Osac, il cane, è riverso a terra contro il marciapiede, più morto che vivo. Lei, la donna, si ferma e decide di prenderlo con sé. L’incontro sembra scritto nel destino, ma Osac non è un cane come gli altri. Ingombrante, indisciplinato, scontroso e selvatico, è senza mezze misure e sembra arrivare direttamente dal selvaggio Klondike. Ma non è un cane da slitta. È uno di quei cani indomabili che paiono usciti da un libro di Jack London e faticano a lasciarsi addomesticare. Il terrore dell’abbandono è nei suoi occhi, e non riesce ad accettare interferenze nel rapporto esclusivo che instaura con la sua salvatrice, amata senza riserve. Fino a quando la notizia di una gravidanza inaspettata stravolgerà, nuovamente, la sua vita. Ore 16, Sala Biblioteca 1 Manuale di drammaturgia. Incontro con Massimo Maraviglia autore di, Appunti di scritture per la scena. Vol 1. Elementi di teoria drammaturgica, Vol. 2 Eserciziario di drammaturgia, (Oèdipus). Interviene Carlo Cerciello. I due direttori delle scuole di teatro e delle scritture creative napoletane presentano il più completo e (atteso) Manuale italiano di scrittura drammaturgica (teoria e prassi). Ore 16, Sala Biblioteca 2 Samuele Ciambriello, Giuseppe Ventura, Caro Prof ti scrivo… (Rogiosi). Intervengono Antonio Fiore, Carmela Ferrara, Paola Serra, don Francesco Rinaldi. Un foglio, una penna, una classe. Con questi ingredienti, si ottiene un’idea vincente: l’autore, docente di religione, chiede ai propri alunni di scrivere le proprie emozioni, discutendo temi quali l’Amicizia, il Senso della Vita, la Chiesa, la Felicità, il Futuro e permettendo ai ragazzi di confrontarsi con i sogni, i pensieri, le paure, le incertezze tipici di un’età in cui la vita appare come “un magma incandescente da maneggiare con cura”. Ore 16, Refettorio Albero Azzurro. Incontro con Laura Carusino autrice di La nuvoletta Isetta (Ed. Paoline). Ore 16, Chiostro open La Sicilia tra suggestioni e misteri. A.Iacono, L. Lobue, A. Bellavia, La bellezza dell'acqua, (Leima). Conduce Enrico Inferrera. La bellezza dell’acqua è un romanzo collettivo unico nel suo genere, dove il racconto e il vissuto hanno confini labili. Alberto, Adriana e Lia partecipano a un corso di scrittura. L’insegnante Betta racconta loro dell’omicidio del commissario Tandoj, un agguato in piena regola durante il quale ha perso la vita anche Ninni Diamanti, colpito da una pallottola vagante. I tre sono chiamati ad osservare quei delitti da una nuova prospettiva e a tracciare tre personaggi così reali da sembrare veri. Ore 17, Sala del Capitolo La musica proibita. Incontro con Alì Bader, autore de Il suonatore di nuvole (Argo). Conduce Monica Ruocco. Nabil fa il violoncellista a Baghdad, in uno scenario assai poco favorevole alla musica sinfonica: incompreso, preso di mira dai salafiti, si sente un corpo estraneo. Decide perciò di andarsene in Europa. La sua fuga, però, prima di essere il solito viaggio verso libertà e modernità, è il tentativo di rimediare a una disarmonia: nella visione del giovane musicista spicca infatti, luminosa, la costruzione della Città ideale vagheggiata da al-Farabi, filosofo arabo del X secolo, ove lo stesso senso di giustizia ha come base fondante l’armonia musicale. A Bruxelles, Nabil incontra Fanny, bella e disinibita, che pare quasi avere il compito di introdurlo nella modernità e affrancarlo dall’angoscia. Ma il passato non è rimasto a Baghdad: anche a Bruxelles c’è chi vigila sulla moralità delle fanciulle, controlla il rispetto del digiuno del Ramadan, raccoglie fondi per nuove moschee. E riduce in frantumi i violoncelli, strumenti degli infedeli... Ore 17, Sala Biblioteca 1 Misteri in Corsica. Incontro con Andrea Moro, autore di Il segreto di Pietramala (La nave di Teseo). Conduce Marco Lombardi. Elia Rameau, giovane linguista parigino che gira il mondo per catalogare lingue esotiche, viene inviato a studiare e descrivere la lingua di Pietramala, un borgo isolato sulle montagne della Corsica. Dopo un viaggio in cui sembra che tutto cospiri per impedire il suo arrivo, Elia scopre che il borgo nasconde tre misteri: è stato abbandonato all’improvviso secoli prima, ogni traccia di lingua scritta è stata cancellata e nel cimitero non ci sono tombe di bambini. Che cosa tiene insieme queste assenze? Inizia così un viaggio avventuroso che lo porta in un palazzo di Manhattan per scoprire il segreto della lingua di Pietramala, una lingua che minaccia di tornare a uccidere. Un viaggio che attraversa agguati, fughe, inganni, l’amore per una ragazza bellissima, l’amicizia con due attori di teatro, l’odio per chi violenta la natura umana, la crisi profonda di chi non riesce a risolvere un enigma e una visione del mondo piena di fantasia e di sapori. Ore 17, Sala biblioteca 2 Francesca Vitelli, Sirene si nasce, (Il mondo di Suk). Protagoniste, imprenditrici o libere professioniste. Solidali tra loro e ironiche nelle storie raccontate da Francesca Vitelli, consulente d’azienda e presidente dell’associazione EnterprisingGirls che promuove il talento al maschile e femminile su scala nazionale. Francesca ne parlerà con l’editrice Donatella Gallone, mentre l’autrice dei disegni raccolti nel volume, Maria Siricio, realizzerà un acquerello dal vivo ispirata dalla discussione. Reading con una o più attrici. Ore 17, Sala Refettorio La più amata dai teenagers. Incontro con Iolanda Sweets autrice della serie Magic You, (Salani). Un firmacopie in compagnia di una delle scrittrici più amate dai teenager. Iolanda Sweets ci accompagnerà nel suo fantastico mondo e si svelerà il segreto del suo successo. Ore 17, Chiostro Back Home / Never argue with a jackass! Incontro/reading con Annie Lanzillotto. Presenta Francesco Durante. In collaborazione con Università Suor Orsola Benincasa. Annie Rachele Lanzillotto, poetessa, cantautrice e performer, è nata e cresciuta nel Bronx. Con il libro L is for Lion. An Italian Bronx Butch Freedom Memoir, ha ottenuto ampi riconoscimenti critici. Tra le sue raccolte di versi, Hard Candy/Pitch Roll Yaw e Schistsong. La ispirano New York e la sua radice italiana, rivissuta attraverso la personale esperienza e la storia di chi l’ha preceduta oltre oceano. Come in This is the Bronx: “Ho lavorato tutta la vita. / Non mi sono pigliata una vacanza da quando avevo dodici anni. / A otto ho imparato a guidare. / E sai come ho imparato? /Sai come ho imparato? / Mio padre piglia e mi mette sul camion. / Dice Guida / Io dico Papà non posso. / Lui me le suona / e dice Guida. / E io guido. / Non solo. Faccio retromarcia. / Ho imparato a guidare alla rovescia. / E questa è la mia vita in due parole. / Guidare alla rovescia”. Ore 18, Sala del Capitolo Strategie della solitudine. Incontro con Cristina Comencini, autrice di Da soli (Einaudi). Conduce Titta Fiore. Ci s’incontra sotto la luna, sul ponte di una nave, e ci s’innamora. Venticinque anni dopo ci si lascia chissà dove e perché, senza bisogno della luna. «C’è sempre un momento, che sia un anno speciale o dopo un avvenimento irrilevante, in cui realizzi che hai cominciato a nasconderti». È successo cosí anche ad Andrea e Marta e a Laura e Piero che ora, increduli, fanno i conti con la solitudine. Nelle loro storie si rispecchiano e si rincorrono tutti i modi che abbiamo di affrontare i nostri sentimenti. La furia di chi scappa, la calma di chi resta, il silenzio irreale delle stanze vuote, le serie Tv sul divano la sera, la strana complicità dei figli grandi, la riscoperta del corpo, il tempo lungo dei pensieri. Comencini racconta tutto quello che avviene quando un matrimonio entra in crisi: la collezione dei perché (o la febbre di cancellarli), lo slancio verso il futuro (o il culto del passato), la disillusione che spunta da tutte le parti, la certezza che niente cancellerà quella storia d'amore. Ore 18, Sala Biblioteca 1 La nuova droga di Lipsia. Incontro con Simone Buchholz, autrice di La notte del coccodrillo (Emons). In collaborazione con Goethe Institut Napoli. Conducono Angelo Di Costanzo e Carmen Morese. Uscita ammaccata dalla sua ultima indagine, Chas Riley è stata messa “in panchina”. La più rispettata pm di Sankt Pauli, è ora assegnata alla protezione delle vittime di violenza. Faller, il suo mentore, è in piena crisi di mezza età e Calabretta, il suo unico alleato al dipartimento, ha il cuore spezzato e la testa altrove. Non le resta che passare le notti sulla trincea del bancone al Blaue Nacht. Un giorno però arriva il suo primo incarico. Un colosso d’uomo, taciturno come la pietra, è ricoverato all’ospedale per un’aggressione. Non vuole rivelare la propria identità, ma Riley, grazie a qualche birra sottobanco, riuscirà a guadagnarsi la sua simpatia. Tra una sigaretta e l’altra, emerge una parola: Krokodil, la nuova droga che sta invadendo le strade di Lipsia. E Riley è di nuovo in pista sulle tracce d’un pesce davvero grosso. Ore 18, Sala Biblioteca 2 Musicabilia. Incontro con Andrea Gargiulo ed Edoardo Altomare, autori di Musicabilia. Disabilità, El sistema Abreu e Neuroscienze, (Radici Future). Conducono Annamaria Minunno, Vito Antonio Loprieno. Tutti apprezziamo la musica per ragioni, per così dire, “estetiche”, per la sua bellezza e per le emozioni che il suo ascolto è capace di suscitare. C'è di più: in ogni cultura le persone cantano (e danzano) insieme, ed in ogni società una delle principali funzioni della musica è collettiva e comunitaria, basata sul vincolo interpersonale che essa è in grado di generare. Ore 18, Sala Refettorio Coro Polifonico Levis Cantus. Esibizione del coro polifonico tutto al femminile Levis Cantus, che interpreterà madrigali e villanelle in napoletano. Ore 18, Chiostro Open Back Home / L’apprendista amante di Capri. Incontro con Jay Parini. Conduce Angelo Cannavacciuolo. In collaborazione con Università Suor Orsola Benincasa. Jay Parini è uno dei più illustri scrittori italoamericani. Narratore e poeta, è famoso anche in Italia per il romanzo L’ultima stazione (Bompiani), sugli ultimi giorni nella vita di Lev Tolstoj, da cui è tratto il film omonimo diretto da Michael Hoffman con James McAvoy, Christopher Plummer, Paul Giamatti ed Helen Mirren. Ma tra i romanzi di Parini ve n’è anche uno ambientato a Capri. S’intitola The Apprentice Lover, è in corso di traduzione, sarà pubblicato da un editore napoletano. Narra di un giovane americano che, dopo la morte di suo fratello in Vietnam, pianta la Columbia University e va a Capri a far da segretario a un celebre scrittore inglese, una specie di novello Prospero la cui presenza sull’isola è decisamente ingombrante. E si ritrova irretito in una ragnatela di storie amorose, amicizie e rivalità di una eccentrica comunità internazionale... Ore 19, Sala del Capitolo Back Home / Una grande storia italiana. Incontro con Peter Covino e Stanislao G. Pugliese. Conduce Francesco Durante. In collaborazione con Università Suor Orsola Benincasa. Covino insegna poesia e letteratura etnica e italo americana alla University of Rhode Island. Tra le sue raccolte di versi: The Right Place to Jump, Cut Off the Ears of Winter e Straight Boyfriend, premio Frank O’Hara. Tra i riconoscimenti attribuitigli, anche il PEN American/Osterweil Award, il Paterson Poetry Prize for Literary Excellence, il Richmond American International University of London ecc. Sue poesie e saggi sulla cultura queer sono stati pubblicati da importanti riviste internazionali. Covino è anche fondatore della casa editrice Barrow Street. Pugliese insegna storia moderna dell’Europa e studi italiani e italoamericani alla Hofstra University. Vasti i suoi interessi scientifici: da Primo Levi a Frank Sinatra, da Carlo Rosselli a Ignazio Silone (il suo libro Bitter Spring: A Life of Ignazio Silone, 2009, ha vinto tra gli altri i premi Fraenkel a Londra e Flaiano a Pescara. Ha curato il volume Delirious Naples: A Cultural History of the City of the Sun e la grande Routledge History of Italian Americans, di prossima pubblicazione anche in Italia. Ore 19, Sala Biblioteca 1 Cold case per il detective Franck. Incontro con Friedrich Ani, autore di Il giorno senza nome (Emons). In collaborazione con Goethe Institut Napoli. Conducono Antonio Di Costanzo e Carmen Morese. Durante il suo lungo servizio, il capo detective Jakob Franck si è sempre offerto di informare i parenti della morte dei loro cari. Un compito che ha portato avanti stoicamente, con umiltà e con tatto. Una notte di tanti anni prima era rimasto accanto alla madre di una diciassettenne suicida, abbracciandola in silenzio fino all’alba. In pensione da pochi mesi, viene ora contattato da Ludwig Winther, padre della ragazza. Dopo vent’anni, Winther ancora non crede al risultato delle indagini. Anzi, non ha dubbi: Esther è stata uccisa. Per far luce su quella morte, Jakob Franck si affaccerà sulla vita di Esther, e userà un suo metodo molto particolare, una completa immedesimazione nell’altro, che gli permetterà di sentirne il pensiero e le paure. Ore 19, Sala Biblioteca 2 Mark Mc Candy, Solo post in piedi, (Radici Future). Conducono Annamaria Minunno, Vito Antonio Loprieno. Decine di brevi racconti ai confini della realtà ma anche sulla voglia di magia e sulla voglia di tenerezza. Storie difficili ma con un sottofondo di ironia o situazioni irreali per scherzare sulle nostre difficoltà quotidiane. Ore 19, Sala Refettorio Franco De Luca, Ettore Cestari, Vivo Napoli di corsa, (Rogiosi). Conduce Elena Scarici. Durante le festività natalizie quattro amici fanno un giuramento: per un anno si incontreranno ogni domenica all’alba, con tuta e scarpette. Nasce per gioco una nuova avventura che condurrà i protagonisti alla scoperta di una città che alle prime ore del mattino esprime, rilassata, la sua straordinaria bellezza. Ore 19, Chiostro Open Un romanzo post-manzoniano. Incontro con Mattia Conti, autore di Di sangue e di ghiaccio, (Solferino). Conduce Mirella Armiero. Quando Ranocchia viene ripescato dall’acqua gelida del fiume, più morto che vivo, ciò che il paese sospettava da tempo diventa certezza: è impazzito. Già non è mai stato molto brillante, con quel suo fare svagato e il fisico gracile, inabile al lavoro nei campi. Da quando poi se n’è andato di casa per calcare le assi del palcoscenico sotto l’egida di quell’altro cialtrone di Baldo Bandini, capocomico e vagabondo. Inevitabile che la sua mente, già debole, cedesse. Ore 20, Sala del Capitolo La vita, la morte e altri disastri. Incontro con Tim Parks, autore di In extremis (Bompiani). Conduce Francesco de Core. Thomas sa che c’è qualcosa che deve rivelare a sua madre ormai in punto di morte. Ma ce la farà a raggiungerla in tempo? E avrà il coraggio di dire quello che non è riuscito a dirle in passato? Tra il telefono che vibra e i pensieri che corrono impazziti, non riesce a concentrarsi sul significato di ciò che sta accadendo. Deve cercare di risolvere la crisi familiare del suo migliore amico? Deve riconsiderare la separazione dalla moglie? Perché si sente insieme confuso e paralizzato? Tim Parks esplora il profondo nesso tra presente personale e passato familiare e si chiede se è davvero possibile cambiare vita. Come ha scritto la critica britannica, In extremis è “un romanzo molto divertente e brillante che rivela con mostruosa vivacità come la vita sia spesso una sconvolgente collisione tra l’assurdo e il profondo”. Ore 20, Chiostro I “granelli” del romanziere. Incontro con Lorenzo Marone. Conducono Ottavio Ragone e Conchita Sannino. Lorenzo Marone non è soltanto uno scrittore di romanzi di successo. È anche un acuto osservatore di tutti i piccoli e grandi fatti di cronaca della sua città, ovvero Napoli. Ed è, come si addice a ogni romanziere che si rispetti, un collezionista di storie e di incontri. Quelli, per esempio, che racconta ogni domenica nella sua rubrica su “la Repubblica” di Napoli. Proprio questi incontri e queste storie saranno al centro del suo nuovo libro, in uscita in autunno. E così oggi l’autore del fortunatissimo Un ragazzo normale (Feltrinelli) offrirà in esclusiva al pubblico di Napoli Città Libro una ghiotta anteprima del suo nuovo lavoro. Si tratta di “Granelli” che – facile previsione - non passeranno inosservati. Ore 21:30, Sala del Capitolo Back Home / La notte dei poeti italoamericani. Reading con Peter Covino, Annie Lanzillotto, Jay Parini, Stan Pugliese. Con le canzoni di Una notte a Little Italy, concerto/spettacolo di Francesco Durante con i Virtuosi di San Martino. In collaborazione con Università Suor Orsola Benincasa. Una lunga serata per rivivere l’esperienza italiana negli Stati Uniti attraverso la voce di alcuni fra i più importanti poeti e studiosi italoamericani e le canzoni che, dall’Ottocento fino ai nostri giorni, hanno contrappuntato le epiche vicende di quello che si può considerare uno dei più grandi esodi che la storia ricordi. Per (ri)scoprire come e quanto la storia degli italoamericani ci riguardi tutti da molto vicino, e in che modo quella straordinaria esperienza abbia segnato il nostro immaginario sulle due sponde dell’Oceano Atlantico. Dalle ore 10:00 alle ore 18:00, Chiostro Lab Laboratori didattici a cura di Associazione articolo 9
Torna indietro
STORIE AZIENDALI
CONTATTI
AZIENDA
COME ACQUISTARE
FAQ
VIDEO
RICHIEDI INFORMAZIONI
DISTRIBUZIONE
LE TROTTOLE
Rogiosi editore s.r.l. p.iva 07876450631 Via Tino da Camaino,13 - 80128 Napoli Copyright 2010 © Comunicoweb All rights reserved.